Carnevale di Paglia

Il carnevale di Viggianello è ben radicato nella tradizione popolare e non si presenta come una sola sfilata di carri allegorici, ma come un mix di storia e tradizioni messe in atto prima e durante le sfilate, che si tingono anche di rappresentazioni teatrali di antiche storie paesane.
Il Carnevale di Viggianello  nasce ufficialmente nel 1986 e viene identificato con il toponimo di “Carnevale di Paglia” per la sua matrice contadina, tanto che la maschera tipica di Viggianello si chiama “Paglierino”, fantoccio simile allo spaventapasseri dei campi. Tra le caratteristiche peculiari del Carnevale viggianellese vanno annoverati il metodo di realizzazione dei carri, la cui struttura viene realizzata in salice, una pianta officinale che abbonda in queste terre. Il momento topico della manifestazione è il processo a Carnevale di Paglia (Carnilivaru i Pagghia), un fantoccio di paglia che viene condannato al rogo per aver portato via ai contadini tutti i prodotti della terra. Catturato dai gendarmi, viene portato davanti al giudice che gli comminerà la più alta delle pene: la condanna al rogo. Carnilivaru rappresenta la povertà e la miseria di un tempo, ma nel frattempo anche l’ozio e il vagabondare; infatti, carnevale rubava il raccolto dei poveri contadini avuto con tanti sacrifici nei mesi precedenti, finché non fu colto sul fatto da due gendarmi che lo consegnarono al giudice. Dopo il Processo fu condannato al rogo, simbolo della nascita di una nuova e propizia vita. Altra usanza antichissima (si svolgeva ancor prima della data di inizio delle sfilate e del processo a Paglierino) è quella dei “frassi”, gruppi mascherati, travestiti con stracci di fortuna, che si aggirano per le case chiedendo salsicce che verranno infilzate su uno spiedo di legno per poi essere mostrate casa per casa. Questa usanza è viva ancora oggi, è diviene punto d’aggregazione per bambini ed adulti. Il Giovedì grasso vengono effettuati i “Frassi” per i vicoli del borgo, mentre le sfilate con i Carri Allegorici sono rispettivamente la Domenica, da località Anzoleconte a località Gallizzi, ed il Martedì con partenza da Via Carella fino ad arrivare nel Centro Storico, più precisamente presso l’Anfiteatro Comunale.

Servizio sul Carnevale di Viggianello andato in onda sul canale TRM